• Soluzioni semplici!

DIFESA DEL CONTRIBUENTE

Startup innovative: nuova disciplina pubblicitaria dal 2019

La L. 12/2019, di conversione del D.L. 135/2018, ha recentemente introdotto rilevanti modifiche al sistema pubblicitario delle start-up e Pmi innovative. Con la Circolare 3718/C del 10.04.2019, prot. 80727 il Ministero dello Sviluppo Economico ha fornito alcuni chiarimenti.

leggi tutto...

Illegittimità degli atti tributari emessi dall'agenzia delle entrate ed equitalia S.p.a. per difetto di motivazione

In questo articolo ci occuperemo dell’illegittimità degli atti tributari emessi dall’AGENZIA delle ENTRATE ed EQUITALIA S.p.A., comportando così la violazione degli artt. 54 bis (“Liquidazione dell’imposta dovuta in base alle dichiarazioni”) e 56 (“Notificazione e motivazione degli accertamenti”) del DPR n.633/1972 riguardante l’ “Istituzione e disciplina dell'imposta sul valore aggiunto”; Violazione dell’art. 7 (“Chiarezza e motivazione degli atti”) della L. n.212/00 (“Disposizioni in materia di statuto del contribuente”).

In particolar modo, tale principio si estende all’illegittimità dell’avviso di rettifica e della cartella esattoriale.


Start Up Innovativa

Definizione, caratteristiche, dopo le modifiche introdotte dal D.L. 76/2013

Per la prima volta il legislatore ha previsto nell’ordinamento italiano la creazione di Start up innovative e la concessione di alcune interessanti agevolazioni fiscali.

L’introduzione non rappresenta un nuovo modello organizzativo per l’esercizio dell’impresa, ma offre una serie di benefici intesi a ridurre i costi  (soprattutto del lavoro e fiscali), a favorire la provvista di mezzi propri e di credito e a diluire nel tempo i rischi dell’indebitamento a quanti sviluppino iniziative imprenditoriali ad alto valore tecnologico.  

leggi tutto...


Ristrutturazione edilizia: detrazione fiscale al 50%

Ladetrazione del 50% è prevista per le spese sostenute per interventi compiuti sul patrimonio edilizio esistente destinato esclusivamente ad uso abitazione e consiste in uno sconto dell'IRPEF pari al 50%. Il tetto massimo di spesa è fissato in 96.000 euro a cui si possono aggiungere ulteriori 10.000 euro da spendere per l'acquisto di mobiliper arredare l'immobile oggetto di ristrutturazionee grandielettrodomestici di classe energetica almeno A+.